giovedì 13 Dicembre 2018 Big Data Industria 4.0 Smart city

Rekeep tra i protagonisti di BI-REX, il primo Competence Center del piano Industria 4.0

Presso l’Università di Bologna si è costituito il Consorzio Pubblico-Privato BI-REX (Big Data Innovation & Research EXcellence), primo a partire tra gli otto Centri di Competenza selezionati dal MISE

È nato BI-REX il consorzio che raggruppa in un partenariato pubblico-privato 57 attori tra Università, Centri di Ricerca e Imprese. È fortemente radicato nel territorio emiliano-romagnolo, ma con attività estese anche ad altre regioni, fra cui Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia e Trentino-Alto Adige e si aprirà a connessioni con tutti gli altri sette Competence Center che verranno costituiti in Italia, oltre a quelli Europei.

Il Consorzio vede la partecipazione di cinque Università: Bologna, che ha guidato la presentazione della proposta, la negoziazione e la costituzione del centro, l’Università Cattolica del Sacro Cuore e gli Atenei di Ferrara, Modena Reggio-Emilia e Parma. Sono, inoltre, partner anche  due Enti di Ricerca nazionali, CNR e INFN, oltre all’Istituto Ortopedico Rizzoli, ASTER, Bologna Business School, CINECA e Fondazione Golinelli che ospiterà il centro nella sua fase di avvio.

Rekeep è tra le imprese, 45 in tutto, che saranno parte del progetto daranno sostegno finanziario diretto, oltre a fornire servizi e tecnologie. Insieme a Rekeep parteciperanno al Consorzio aziende attivein settori diversi dalla meccatronica ai servizi passando per finanza, ICT, biomedicale, agro-alimentare, energia, ambiente ed automotive tra cui, solo per citarne alcune Sacmi (che esprime il Presidente del Consorzio, l’ingegner Domenico Bambi), IMA, Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, Camst, Conad, Ducati Motor Holding, Eni, Gruppo Hera, Intesa SanPaolo, Siemens, TIM, IBM Italia.

Il competence center punta ad essere un centro di eccellenza e alta specializzazione sulle tematiche di Industria 4.0, con un particolare focus su temi come le Smart city, i big data, la tracciabilità, ambiti su cui da tempo Rekeep sta investendo con progetti e soluzioni innovative.

La negoziazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, successiva alla pubblicazione della graduatoria, si è conclusa in soli cinque mesi. Il consorzio ora formalmente costituito potrà finalizzare con il Ministero il decreto di concessione del finanziamento, il cui ammontare previsto è pari di 9,2 milioni di euro, che si aggiungono agli oltre 15 milioni di euro di investimento dei partner privati.

BI-REX sarà di servizio alle imprese di tutta Italia, garantendo loro formazione, consulenza e orientamento nell'adozione di tecnologie abilitanti sviluppate negli oltre trenta progetti collaborativi di innovazione ricerca industriale e sviluppo sperimentale focalizzati principalmente su connettività, automazione, manifattura avanzata e big data.

Il Competence Center BI-REX realizzerà un articolato programma di attività finalizzato alla realizzazione, da parte delle imprese fruitrici, di nuovi prodotti e processi (o al miglioramento di quelli esistenti) tramite lo sviluppo e l’adozione di tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0. In questo modello anche le PMI hanno la possibilità di essere protagoniste, attingendo a tecnologia, ricerca, competenze, messe a disposizione dalle Università, dai Centri di Ricerca e dai grandi player, valorizzando le loro caratteristiche di flessibilità e artigianalità attraverso modelli produttivi più vicini alle richieste dei nuovi mercati.

Gli enti pubblici dell’Emilia-Romagna parteciperanno principalmente attraverso i Laboratori della Rete Alta Tecnologia, valorizzando così competenze e infrastrutture acquisite con i finanziamenti regionali. Di qui il sostegno della Regione Emilia-Romagna, che vede in Bi-Rex uno strumento di aggregazione dei suoi attori dell’innovazione, in linea con la sua Smart Specialisation Strategy. La Regione Emilia-Romagna metterà a disposizione del consorzio ulteriori spazi presso il Tecnopolo ex-Manifattura Tabacchi, consentendo a Bi-Rex di beneficiare della massa critica di competenze e infrastrutture che si verrà a creare dalla sinergia con il data centre del Centro Meteo Europeo e i centri di Supercalcolo e Big Data di Cineca e INFN.