giovedì 04 Aprile 2013 Bilancio Risultati economici

MFM S.p.A., presentati i risultati dell'Esercizio 2012.

Forte crescita dell'Utile Netto e tenuta dei Ricavi consolidati nel corso dell'esercizio 2012 (vs. esercizio 2011), nonostante la persistente crisi macroeconomica.


- Ricavi: 1.072,6 milioni di euro (in incremento dello 0,4%, rispetto ai 1.068,8 milioni di euro);
- EBITDA : 114,4 milioni di euro (in diminuzione del 7,5%, rispetto ai 123,7 milioni di euro);
- EBIT: 59,6 milioni di euro (in flessione del 11,8%, rispetto ai 67,6 milioni di euro);
- Utile Netto: 33,3 milioni di euro (in aumento del 172,3%, rispetto ai 12,2 milioni di euro).

Importante incremento anche del Portafoglio Commesse e Riaggiudicazioni al 31 dicembre 2012 (vs. 31 dicembre 2011):
- Nuove commesse e riaggiudicazioni: 1.031 milioni di euro (in crescita del 6,5%, rispetto ai 968 milioni di euro);
- Portafoglio Totale commesse e riaggiudicazioni: 2.978 milioni di euro (in aumento del 10,0%, rispetto ai 2.707 milioni di euro).


Il Consiglio di Gestione di Manutencoop Facility Management S.p.A. ha presentato il Progetto di Bilancio d'Esercizio e il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012 , redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS, che chiude con un Utile Netto pari a 33,3 milioni di euro, in crescita del 172,3% rispetto all'esercizio 2011.

Nonostante le persistenti difficoltà a livello di scenario macroeconomico e finanziario, nell'esercizo 2012 il Gruppo Manutencoop Facility Management registra una tenuta dei Ricavi (+0,4%) e un rilevante incremento dell'Utile Netto (+172,3%). Il deciso aumento dell'utile netto è principalmente riconducibile all'iscrizione di minori imposte in conseguenza dell'introduzione di recenti norme in materia fiscale (rimborso Ires ai sensi della Legge 22 dicembre 2011, n. 214 e cosiddetto "Decreto Salva-Italia).
In flessione, invece, le marginalità (EBITDA: -7,5%; EBIT: -11,8%) rispetto al 31 dicembre 2011 a causa, da un lato, del perdurare delle difficili condizioni di mercato e, dall'altro, di una ulteriore svalutazione del portafoglio crediti, riconducibile alle difficoltà finanziarie attraversate da alcuni clienti.

Nell'esercizio 2012, il Gruppo MFM registra Ricavi pari a 1.072,6 milioni di euro, in leggero incremento (+0,4%) rispetto ai 1.068,8 milioni di euro relativi all'esercizio 2011.

L'EBITDA (Margine Operativo Lordo) del Gruppo MFM al 31 dicembre 2012 è pari a 114,4 milioni di euro, in decremento del 7,5% rispetto ai 123,7 milioni di euro registrati al 31 dicembre 2011.

Al 31 dicembre 2012, l'EBIT (Risultato Operativo) del Gruppo MFM è pari a 59,6 milioni di euro, in flessione del 11,8% rispetto ai 67,6 milioni di euro registrati nell'esercizio 2011.

L'Utile Netto al 31 dicembre 2012 del Gruppo MFM è pari a 33,3 milioni di euro, in incremento del 172,3% rispetto ai 12,2 milioni di euro al 31 dicembre 2011.

L'Indebitamento Finanziario Netto al 31 dicembre 2012 del Gruppo MFM è pari a 325,6 milioni di euro, rispetto al 31 dicembre 2011 quando era pari a 296 milioni di euro. Sull'Indebitamento Finanziario Netto continua ad incidere l'allungamento dei tempi di pagamento da parte dei clienti in conseguenza della difficile congiuntura macroeconomica.

Nel corso dell'esercizio 2012, il Gruppo Manutencoop Facility Management si è aggiudicato e riaggiudicato, mediante gare d'appalto, nuovi contratti per un importo complessivo pluriennale pari a circa 1.031 milioni di euro, in crescita del +6,5% rispetto ai 968 milioni di euro dell'esercizio 2011, di cui 710 milioni di euro relativi a nuove commesse.
Il portafoglio totale commesse e riaggiudicazioni del gruppo MFM al 31 dicembre 2012 è pertanto pari a 2.978 milioni di euro, in aumento del +10,0%, rispetto ai 2.707 milioni di euro al 31 dicembre 2011.

In particolare, nel settore sanitario, si segnala l'aggiudicazione da parte di Manutencoop Facility Management S.p.A., insieme a Servizi Ospedalieri S.p.A. e MACO S.p.A., del contratto di concessione in project-financing con Infrastrutture Lombarde S.p.A. avente ad oggetto la ristrutturazione, il potenziamento e l'ampliamento del presidio Azienda Ospedaliera "San Gerardo" di Monza e la successiva gestione dei servizi "no core" della struttura, per una durata trentennale ed un valore pluriennale complessivo pari a 272 milioni di euro a decorrere dal 2013.

leggi il comunicato stampa