venerdì 07 Marzo 2014 Borse di studio Eventi Piano Industriale

Manutencoop premia gli studenti migliori

Borse di studio per oltre 140.000 euro
ai figli dei dipendenti

Manutencoop premia i suoi studenti migliori: 140.000 euro per 290 ragazzi, in tutta Italia, universitari e alunni delle scuole superiori, che si sono distinti nello studio. Questi i numeri della IV edizione di “Un futuro di valore”, l’iniziativa promossa dal Gruppo Manutencoop per sostenere, nel percorso di formazione, i figli dei dipendenti attraverso l’assegnazione un contributo economico.

Tante le domande di partecipazione pervenute, in costante crescita dall’avvio dell’iniziativa: 391 le richieste per questa edizione (160 in più rispetto a 4 anni fa). Le domande pervenute, in tutta Italia, sono state 391 totali, 311 per le superiori e 80 per l’università. Le borse assegnate: 250 a studenti delle superiori che riceveranno 400 euro ciascuno, 40 ad universitari premiati con 1000 euro.

Sempre altissimo il numero degli studenti figli di operai, pari a oltre il 74%, mentre i ragazzi premiati con genitori di origine straniera sono oltre il 13%. Abbastanza uniforme la distribuzione geografica: Emilia-Romagna, Lombardia, Marche e Toscana le regioni con il maggior numero di assegnatari.

“Siamo particolarmente orgogliosi di questi numeri: considerato che le borse vengono assegnate esclusivamente per merito, si tratta di un risultato che premia l’integrazione e la voglia di riscatto dei nostri dipendenti e delle loro famiglie - ha spiegato Claudio Levorato, Presidente di Manutencoop – Quest’anno, inoltre, oltre il 10% dei ragazzi ha vinto la borsa di studio per la quarta volta consecutiva: significa che Manutencoop sta concretamente accompagnando e sostenendo i “suoi” studenti nel percorso di studio. Credo che i circa 400.000 euro che negli ultimi anni abbiamo destinato a questo progetto siano tra i nostri migliori investimenti, un investimento per il futuro della nostra società”.

In queste settimane è in corso il “road show” delle premiazioni che, come negli anni passati, toccherà i principali capoluoghi in cui ha sede il Gruppo con la partecipazione delle autorità locali e dei vertici aziendali: Bologna, Imola, Ferrara, Modena, Milano, Torino, Roma, Venezia e Firenze.

Regolamento e criteri

Le borse bandite, in tutta Italia, per il 2013 erano complessivamente 290, unico criterio per l’assegnazione il merito:
• 250 borse di studio, del valore di 400 euro lordi ciascuna, per gli studenti delle scuole superiori;
• 40 borse di studio, del valore di 1000 euro ciascuna, per gli studenti delle Università pubbliche o private, legalmente riconosciute che rilascino diplomi di laurea validi ai sensi di legge.

La partecipazione al bando era riservata ai figli dei dipendenti assunti a tempo indeterminato da almeno 12 mesi che:
• se studenti delle scuole superiori, avessero superato l’anno scolastico 2010/2011 con una media dei voti superiore a 7, escludendo i voti di educazione fisica, religione e condotta.
• se studenti universitari, fossero in corso con il piano di studi, avendo superato almeno i 2/3 degli esami previsti dal piano di studi individuale e conseguito una media dei voti superiore ai 26/30, risultante dalla media di tutti i voti riportati nelle singole materie.

Le domande pervenute, in tutta Italia, sono state 391 totali, 311 per le superiori e 80 per l’università. Le borse assegnate: 250 a studenti delle superiori, 40 ad universitari.

Il Bando relativo all’anno scolastico 2013-2014 sarà pubblicato in AGOSTO.