mercoledì 21 Novembre 2018 Ambiente Edifici Efficienza energetica Uffici e centri direzionali

La sede direzionale TIM di Milano Turro si rifà il look con Rekeep

L’intervento di ristrutturazione e riqualificazione tecnologica realizzato da Rekeep ha avuto l’obiettivo di rendere il complesso immobiliare di Turro un modello di eccellenza in termini di risparmio energetico.

TIM Milano

Si è conclusa la prima fase dell’intervento di ristrutturazione e riqualificazione tecnologica della sede direzionale Turro del Gruppo TIM, a Milano realizzato da Rekeep - in qualità di Capogruppo di un’Associazione Temporanea di Imprese (ATI), costituita da Frasal Srl, Gaetano Paolin S.p.A., e Elektronorm S.r.l.- che ha avuto l’obiettivo di rendere il complesso immobiliare un modello di eccellenza in termini di risparmio energetico. 

La riqualificazione del sistema edificio-impianto ha interessato oltre 10.000 metri quadrati del complesso direzionale, su un totale di circa 55.000 metri quadrati, e ha consentito la predisposizione di oltre 550 nuove postazioni di lavoro, in un’ottica di ottimizzazione degli spazi.

In dettaglio, l’intervento ha previsto l’ottimizzazione del cosiddetto “involucro” dell’edificio, con l’obiettivo di ridurre la dispersione di energia ed allo stesso tempo, garantire miglior comfort. Sono state, inoltre, ampliate le superfici finestrate per migliorare la luce naturale e creato un impianto di illuminazione con sistema KNX, integrato con tecnologia Dali. È stato realizzato, un “cappotto” interno, per aumentare la coibentazione, ed i serramenti esistenti sono stati sostituiti con soluzioni ad alta efficienza, per garantire sia il comfort climatico, che acustico. L’unità di trattamento aria è stata dotata di recuperatore di calore entalpico, con un’efficienza del 72%. Tale soluzione garantisce una corretta ed efficace ventilazione, oltre a rendere l’ambiente salubre e confortevole. Installati nuovi impianti VRF/VRV con cassette di ultima generazione dotate di un motore brushless a portata variabile, al fine di contenere i consumi energetici, e di sensori di presenza per migliorare il micro-clima. L’impianto antincendio è stato ottimizzato tramite rilevatori puntiformi in ambiente e con impianto di aspirazione fumi installato nel controsoffitto e sottopavimento comandati da centraline di zona. Sono state, inoltre, realizzate pareti in cartongesso, con l’innesto di superfici vetrate con segnaletica di sicurezza. Infine, è stato anche installato un nuovo Impianto di supervisione BMS, con comando remoto dell’illuminazione e con regolazione delle unità interne di condizionamento degli uffici.

In generale, interventi integrati di riqualificazione di questo tipo, che interessano il sistema edificio-impianto, possono consentire di ridurre anche fino al 50% i consumi complessivi di energia dell'edificio.