mercoledì 07 Agosto 2013 Eventi Yougenio

Da Manutencoop 180.000 euro per i dipendenti emiliani colpiti dal terremoto del 2012

Le società del Gruppo hanno raddoppiato l'importo donato dai singoli colleghi. Una commissione ad hoc ha gestito l'assegnazione dei contributi raccolti, il sostegno economico è stato erogato con la busta paga di giugno.

180.000 euro per i dipendenti Manutencoop colpiti dal terremoto che ha ferito l’Emilia nella primavera 2012: è il risultato della raccolta fondi avviata da Manutencoop che ha coinvolto i dipendenti del Gruppo e i soci sovventori in tutta Italia. Per la ricostruzione delle zone terremotate sono stati donati dai singoli 90.000 euro che le società del Gruppo hanno ulteriormente valorizzato con risorse proprie, raddoppiando la cifra raccolta.

Il fondo, organizzato e coordinato da Manutencoop Società Cooperativa per tutte le Società del Gruppo (MFM, MPF, SO, Smail, Mia, Maco, Telepost, Gruppo Sicura, Servizi Brindisi, Roma Multiservizi), è stato gestito da una commissione costituita ad hoc – tra questi anche i dipendenti dell’area colpita – che ha provveduto alla valutazione dei danni certificati dai lavoratori dell’area e dell’urgenza dell’intervento.
I dipendenti colpiti dal sisma sono stati suddivisi in tre fasce secondo la classificazione dello stato di agibilità AEDES rilasciata dalla Protezione Civile: la fascia bassa (7 dipendenti) riceverà un contributo di euro 3.816, quella media (3 dipendenti) un contributo di euro 4.516, la fascia alta (13 dipendenti) un contributo di euro 11.000. In totale i dipendenti che hanno avuto danni e riceveranno il sostegno dell’azienda sono risultati 23. L’importo definito è stato erogato in una unica soluzione nella busta paga di giugno 2013.
Ricordiamo che oltre al sostegno economico per chi ha subito danni alla propria abitazione, Manutencoop ha dato vita anche ad ulteriori iniziative a favore dei dipendenti costretti ad abbandonare il posto di lavoro: fra queste è opportuno ricordare la ricollocazione del personale impiegato negli appalti delle pulizie della zona interessata e diverse attività di supporto per i dipendenti presenti nei comuni Carpi, Mirandola, Cavezzo, Concordia, Finale Emilia, Crevalcore, Soliera, Ferrara, Pieve di Cento.

Sul numero dell'house organ "Ambiente" e sul sito www.webambiente.it è disponibile il Regolamento del Fondo con le linee guida adottate per la valutazione dei danni e dei relativi sostegni econcomici.